Intervista EPAS

Immagine

Il Team E.P.A.S. è la parte operativa dell’associazione ISTITUTO NAZIONALE DI RICERCA E STUDIO DEI FENOMENI PARANORMALI, ha 3 membri direttivi ed uno staff tecnico composto da 5 persone esperte ognuna delle quali arriva da esperienze diverse. Oltre ai due fondatori Massimiliano Maresca (Presidente) e Cindy Pavan (Vice-presidente), E.P.A.S. si avvale del prezioso apporto di Giuseppe Ferrara (Segretario) che ha il titolo onorifico di Co-fondatore.

Con l’Associazione nasce il progetto E.P.A.S. Network: una “rete” di gruppi qualificati a livello mondiale che condivide i loro principi ed il loro modo di concepire la ricerca nel mondo dei fenomeni paranormali.

Dichiarano: “Con la rete mondiale di E.P.A.S, creeremo un’attività che andrà anche oltre confine, e che racconterà le esperienze dei nostri amici ricercatori di tutto il Mondo…”

http://www.europeanpas.it
http://www.facebook.com/europeanpas

_________________________________________

Quali diplomi o studi servono per diventare un ricercatore di paranormale? Chi sarebbe in grado di rilasciare diplomi o attestati in tal senso??? Ci vuole passione, conoscenza, serietà, ma soprattutto piedi ben piantati per terra e non aver facilità nel vedere “fantasmi” in ogni angolo. Gli studi li fai sul campo, ovviamente ci vuole una conoscenza dell’argomento, ma soprattutto esperienza, e abilità nel saper distinguere il vero dal falso…..

Con la tua attività di ricerca hai visitato molti luoghi infestati? Quanti lo erano realmente? Più che infestati direi “presunti” infestati, ….nessuno ci ha dato l’impressione di essere “infestato” realmente, a parte una sensazione molto particolare provata davanti al Castello della Rotta, forse perché ha l’etichetta di essere il castello più infestato d’Italia……

Perché gli spettri rimangono, per così dire, imprigionati in questi luoghi? La parola “spettri” rimanda molto alle leggende, e secondo queste, rimangono in questi luoghi perché nella vita terrena erano molto legati ad essi, credo che gli “ spettri “ intrappolati in un determinato luogo, siano energie, la cui natura ancora ci è sconosciuta.

In quale trattato è riportata la caratteristica di uno spirito di tornare presso il luogo di sofferenza o affettivo che ha caratterizzato i momenti della passata vita? Non esiste alcun trattato in tal senso, ma solo dicerie e supposizioni

Registrate presenze anomale? Sono anime di defunti? Si ci è capitato di registrare anomalie, ma da qui a dire che si tratti di “anime di defunti” ne passa…..

Nei cimiteri sono presenti delle entità di tipo spiritico? Nei cimiteri riposano le spoglie mortali dei nostri Cari, e null’altro. Sinceramente non mi sentirei di fare un sopralluogo in un Cimitero per il rispetto che merita un luogo così sacro.

Perché nei presunti spiriti sono presenti caratteri somatici riconoscibili? Credo che ognuno li descriva secondo la sua idea e secondo come crede di vederli , mi sembra conseguente il vedere un volto femminile o maschile a seconda del sesso attribuito alla “presunta” presenza di cui parla la leggenda.

Nel caso di trapassati, il caratteristico tratto sessuale femminile o maschile rimane inalterato. Perché? Se ipotizziamo che si tratti effettivamente di “anime dei trapassati” mi sembra normale che il tratto sessuale rimanga inalterato , se in vita era uomo penso che lo rimanga anche oltre.

Hai mai assistito o registrato un evento poltergeist? Come hai continuato lo studio del fenomeno nelle indagini a seguire? Non ci è mai capitato di assistere ad un fenomeno “poltergeist”

Quanto è importante la presenza di un sensitivo in un gruppo di ricerca paranormale? E uno psicologo? Avete queste due figure nel gruppo? Non penso sia determinante . Nel nostro gruppo non abbiamo queste figure. Abbiamo una persona che ha una sensibilità più spiccata di altri, ma questo è normale anche nella vita di tutti i giorni, tra le persone ci sono sempre individui che dimostrano diversi gradi di sensibilità.

Se si utilizzano strumenti di tipo scientifico nella ricerca paranormale, perché sono necessari un sensitivo o uno psicologo? Infatti, non sono necessari, prediligiamo più strumenti di tipo scientifico.

Hai un progetto o un idea per realizzare nuovi strumenti per questo tipo di ricerca? No, almeno per adesso , domani chi lo sa, magari una folgorazione improvvisa….

Chi opera nel settore paranormale segue un metodo operativo? Credo che in genere tutti abbiano uno modus operandi simile, magari personalizzandolo in base alle peculiarità dei componenti

Possiamo definire il tuo metodo corretto? Per ognuno di noi il proprio metodo è corretto, penso che nessuno sia veramente corretto o veramente scorretto. Credo che chi affermi che il suo è il metodo più corretto, pecchi di presunzione.

Nella ricerca paranormale il K-II e la camera IR sono gli strumenti più utilizzati. Perché tutti fanno ricerche con questi due strumenti? Il cosiddetto K-II è pratico ma non è detto sia infallibile. La camera IR ti da la possibilità di riprendere nel buio assoluto, ma non è detto che ambedue strumenti siano per eccellenza i più adatti

Perché si utilizza un rilevatore di campi elettromagnetici a bassa frequenza? Perché si “PRESUME” che ci sia dell’energia…….elettrica….che genera un campo elettromagnetico…che , a meno che non sia derivato da alte frequenze (TELECOMUNICAZIONI AD ESEMPIO)….ci si indirizza sulla bassa frequenza.

Quale studio riporta la caratteristica elettromagnetica delle presunte entità? Nessuno studio…è una pura presunzione…anche l’uomo è energia elettrica….e genera dei campi elettromagnetici (rilevabili solo con strumenti molto sensibili, tipo il TRIFIELD)…presumendo quindi che le “entità” siano energie….si prova a misurare quel tipo di grandezza….fisica.

Come bonifichi la zona o il luogo dove conduci le indagini? La parola BONIFICA è impropria…si controlla se in giro sono presenti fonti certe di campi elettromagnetici permanenti…ad esempio QUADRI ELETTRICI,POWER CENTER , MOTOR CONTROL CENTER, CABINE DI TRASFORMAZIONE, CAVI ELETTRICI DI POTENZA……le cosiddette bonifiche dove si controllano lampade ad incandescenza…(le resistenze non generano campi elettromagnetici ma solo le induttanze ovvero spire elettriche) sono ridicole ed inutili…..
BONIFICA alla fine cosa vuol dire, se trovo un trasformatore…..lo devo eliminare visto che è una fonte di campi elettromagnetici…??? In un appartamento con tutto l’impianto elettrico in funzione…(si dice a pieno carico)..il K2 strumentino comune che si usa nella ricerca solo perché è con luci a LED quindi di facile lettura al buio…perché nessuno sarebbe in grado di leggere uno strumento analogico in MICRO TESLA (lettura europea) o in MILLIGAUSS (lettura Americana), si accende solo molto vicino al quadretto di distribuzione (10 cm) il resto sono tutti campi elettromagnetici totalmente ininfluenti a meno che non ti inventi il cellulare , il walkie talkie…o addirittura pensate vicino ad altoparlanti (con un bel magnete) eppure ho visto un video nel quale un “ghost hunter” si meravigliava vedendo il KII accedersi….Sapete quanto è il limite europeo di legge che impone una schermatura elettromagnetica (in microtesla?). Credo  (e ripeto credo) che nessuno lo sappia……
Quindi noi non facciamo “bonifiche” ma verifiche è un termine più consono

Come escludi altre fonti di emanazione elettromagnetica che potrebbero influenzare la corretta lettura del rilevatore K-II o altri? Già risposto alla precedente.

In quale frequenza HZ si esprimono le presenze spiritiche che hai analizzato? Presente spiritiche?? Sbalzi di campo elettromagnetico semmai , 50/60 hz

Utilizzate un contatore Geiger? Quali tipo di radiazioni vengono emesse dalle presunte entità? Non utilizziamo un contatore Geiger

Perché si utilizza un semplice registratore digitale per rilevare le voci delle presenze? Basta un qualunque registratore, anche un normalissimo a cassette per tentare esperimenti in tal senso.

Amplificando la registrazione non si rischia di captare suoni emessi da fonti non anomale ma naturali? Certo che si , amplificando un segnale in ingresso è inevitabile registrare più rumori di fondo, ma lavorando sulla traccia audio si potrebbero ottenere dei buoni risultati.

Come schermi il microfono del registratore per evitare eventuali inquinamenti acustici? Non esistono schermi efficaci per l’inquinamento acustico, ma solo la capacità e l’abilità di saper ascoltare e interpretare i vari suoni captati , si può usare la funzione filtri del registratore digitale ma si va ad attenuare in parte ,anche se in modo minimo, la registrazione.

Che differenza esiste tra un fantasma, uno spirito, un entità? Il “fantasma” lo lascerei alla letteratura o al cinema horror, gli spiriti direi di inquadrarli nelle dottrine spiritiche, le entità, forse è la parola che più si avvicina alle nostre idee, noi parliamo più di energie, che tipo di energie siano, non è facile dirlo, sappiamo che ci sono e vengono rilevate dai nostri strumenti, proprio la natura di queste è lo scopo della nostra ricerca.

Come fai a discernere immagini e suoni autentici da un effetto, invece, pareidolico? Prima di affermare che un’immagine è autentica, bisogna esserne proprio certi, e in questo campo di certezze non ce ne sono, si può parlare di anomalie fotografiche, di immagini che “sembrano” qualcosa, che possono assomigliare a…….

Nella ricerca paranormale il budget è un limite? Ovviamente, noi, e credo anche altri, svolgiamo le nostre ricerche in autofinanziamento, il costo di tutta la strumentazione , gli spostamenti, e tutto il resto è a carico nostro. Essendo noi un’Associazione no-profit, regolarmente registrata e accreditata ad un Ente Nazionale , possiamo sperare in donazioni individuali e nella campagna soci.

Come vengono impiegati o bisognerebbe impiegare eventuali fondi e donazioni? Se ci fossero, ovviamente per intensificare la ricerca, migliorare le attrezzature e intensificare le ricerche.

Eventi senza un apparente logica scientifica sono accaduti a tutti? Credo che quasi a tutti, prima o poi, capiti un evento “strano” o curioso al quale non si riesce a dare una spiegazione logica, almeno in un primo tempo, magari in seguito, ragionandoci su si intuisce la vera natura dell’accaduto. Basti pensare al frequentissimo fenomeno del “Deja vu”

Come spieghi i fatti alle persone che necessitano di una tua delucidazione e quali prove porti a sostegno delle tue affermazioni? Spiego i fatti per come realmente sono accaduti, prove certe non ne ho, come nessuno credo ne abbia per adesso. Proprio la ricerca di queste prove sono lo scopo principale di E.P.A.S.
_________________________________________

Il team di FANTASMI SVELATI ringrazia E.P.A.S. e Giuseppe Ferrara per aver accettato di rispondere alle nostre domande e per averne concesso la pubblicazione.

 

GHOST HUNTERS E FENOMENI PARANORMALI AL BANCO DI PROVA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...