PSI Paranormal Society Investigation

Immagine

La P.S.I. Paranormal Society Investigation nasce nel  luglio del 2011 con l’intento di dare una spiegazione per quanto possibile scientifica a tutti quei fenomeni che solitamente vengono etichettati come paranormali.

http://ghosthunters-bari.blogspot.it/

________________________________________________


Quali diplomi o studi servono per diventare un ricercatore di paranormale? Serve lucidità, obiettività, sacrificio e una buona conoscenza dei fenomeni naturali, conoscere la scienza , per poter analizzare al meglio tutti i fattori e trarne le considerazioni razionali, quando possibile !!!


Con la tua attività di ricerca hai visitato molti luoghi infestati? Quanti lo erano realmente? Nella maggior parte dei casi, i fenomeni considerati paranormali o di infestazione, erano spiegabili in modo razionale e semplice, spesso la considerazione su questi fenomeni è minata da una forte dose di superstizione ma tuttavia esiste una piccola percentuale di casi, dove l’intelletto e le leggi della fisica sono state messe fortemente in dubbio, è su questi casi che maggiormente ci concentriamo.

Perché gli spettri rimangono, per così dire, imprigionati in questi luoghi? 
io non parlerei di spettri, ma userei il termine energia , secondo le nostre ricerche abbiamo il sentore che ci sia energia che rimane imprigionata a luoghi particolari a causa di situazioni drammatiche o “particolari”, noi analizziamo quell’energia, monitoriamo il suo fattore di esistenza per poter renderci conto se davvero ha un senso il fatto di trovarsi in quel posto.

In quale trattato è riportata la caratteristica di uno spirito di tornare presso il luogo di sofferenza o affettivo che ha caratterizzato i momenti della passata vita? innanzi tutto bisogna constatare se abbia mai lasciato quel posto , poi non mi affiderei molto ai trattati di spiritismo, noi ricerchiamo “prove” di ipotesi ne formuliamo abbastanza di nostro.

Registrate presenze anomale?  Sono anime di defunti? su questo non abbiamo certezze, abbiamo rilevato spostamenti di oggetti, fenomeni di voce elettronica e picchi energetici considerevoli, ma da qui  a dire cosa sono …siamo agli albori di questa “scienza” e vaghiamo ancora nelle tenebre, per usare un eufemismo.



Nei cimiteri sono presenti delle entità di tipo spiritico? devo essere sincero, non abbiamo mai indagato in un cimitero, quindi non mi azzardo a dare una risposta senza avere dei dati a disposizione, ma presumo che possano esserci entità in questo tipo di luoghi .



Perché nei presunti spiriti sono presenti caratteri somatici riconoscibili? Questa è una domanda interessante, possiamo ipotizzare che l’entità utilizzi un carattere somatico a noi familiare per creare un contatto, o che sia la nostra mente a cercare inconsciamente di attribuirgli dei caratteri simili per renderlo meno “estraneo” o ancora per potergli dare una connotazione specifica legata alla tradizione, appunto “fantasma”.



Nel caso di trapassati, il caratteristico tratto sessuale femminile o maschile rimane inalterato. Perché? penso che si possa rispondere tranquillamente con la risposta precedente, noi abbiamo ricevuto spesso segnalazioni di “ombre bianche” che stranamente nei castelli assumono il nome di dama bianca, perchè il nostro immaginario tende ad associare una figura bianca e candida alla figura femminile.



Hai mai assistito o registrato un evento poltergeist? Come hai continuato lo studio del fenomeno nelle indagini a seguire? no purtroppo e mi piacerebbe molto potervi assistere.



Quanto è importante la presenza di un sensitivo in un gruppo di ricerca paranormale? E uno psicologo? Avete queste due figure nel gruppo? noi abbiamo uno psicologo e dei ricercatori di fisica, analizziamo il fattore ambiente di chi ci chiama e quindi non possiamo escludere situazioni di stress emotivo con tutte le conseguenze che ne comporta, il nostro approccio segue l’esempio di quello scientifico e quindi registriamo ,cataloghiamo e analizziamo dati che i ricercatori di fisica ci aiutano a interpretare e capire, la dove è possibile.



Se si utilizzano strumenti di tipo scientifico nella ricerca paranormale, perché sono necessari un sensitivo o uno psicologo? 
lo psicologo per quello che ho già detto in precedenza, il sensitivo non è il nostro caso.


Hai un progetto o un idea  per realizzare nuovi strumenti per questo tipo di ricerca? mi piacerebbe molto, ma non credo di avere le nozioni necessarie alla costruzione di dispositivi elettrici, per il momento la nostra attenzione è rivolta sul problema dell’autonomia poter condurre un’indagine in un luogo privo di corrente elettrica e riuscire comunque ad utilizzare a pieno potenziale tutta l’attrezzatura è il nostro  principale interesse al momento.


Chi opera nel settore paranormale segue un metodo operativo? 
sicuramente se si opera seriamente, si è steso un metodo di indagine, sapere come ci si deve comportare in ogni situazione è alla base di ogni indagine, poterlo fare con serietà, pianificare tutto dal posizionamento dell’attrezzatura alla tempistica, non creare inquinamento delle eventuali prove annotare ogni anomalia riscontrata potendo poi effettuare sempre un confronto incrociato, sono tutti quesiti a cui un gruppo deve dare una regolamentazione prestabilita.



Nella ricerca paranormale il K-II e la camera IR sono gli strumenti più utilizzati. Perché tutti fanno ricerche con questi due strumenti? 
il k-II serve per monitorare le possibili anomalie di campo elettromagnetico, mentre la videocamera ad infrarossi ci consente di “vedere” utilizzando uno spettro visivo a noi estraneo, ma non sottovalutabile, ma attenzione a non pensare che questi siano gli unici strumenti utilizzati , sono molti altri i fattori che entrano in gioco durante un’indagine, d’altronde pensare che un’entità si manifesti solo di notte è una credenza obsoleta che deve essere sfatata!


Perché si utilizza un rilevatore di campi elettromagnetici a bassa frequenza? 
la caccia alle entità e alle manifestazioni paranormali  si avvale di strumenti che individuano o monitorizzano i campi elettromagnetici. Le teorie più frequenti ipotizzano una stretta relazione tra questi due elementi che possono essere individuati grazie ad appositi apparecchi da noi utilizzati: il k2 e il misuratore EMF. Questi apparecchi misurano rispettivamente in milli Gauss e Tesla, i campi “naturali” presenti nell’area di indagine, naturalmente se non esistono i presupposti per cui debbano esistere dei campi elettromagneti in un sito specifico questa verrà classificata come “ANOMALIA” e costituirà uno spunto di riflessione.


Quale studio riporta la caratteristica elettromagnetica delle presunte entità? 
lo studio sulla relazione tra campi elettromagnetici e entità risale ai primi anni del secolo e da allora si è evoluto fino ad oggi con la strumentazione che tutti conosciamo.


Come bonifichi la zona o il luogo dove conduci le indagini? innanzi tutto ci assicuriamo che non ci siano fonti energetiche , trasmissioni di onde wi-fi o di telefonia cellulare, cerchiamo di costruire la situazione ideale per prevenire inquinamento acustico o tutto quello che potrebbe influenzare i nostri rilevamenti 
.

Come escludi altre fonti di emanazione elettromagnetica che potrebbero influenzare la corretta lettura del rilevatore K-II o altri?come detto prima spegniamo tutta quella attrezzatura che trasmette onde o fonti energetiche, teniamo il kII spesso lontano da noi e effettuiamo in precedenza una rilevazione per constatare se ci sono campi esistenti e non collegabili con la nostra ricerca, per l’inquinamento video cerchiamo di non passare nelle zone monitorate e piazziamo delle barriere sonore davanti agli ingressi degli ambianti per accertarci che nessuno entri senza che sia stato pianificato, per l’audio la regola è quella del silenzio.


In quale frequenza HZ si esprimono le presenze spiritiche che hai analizzato? solitamente le frequenze dove riscontriamo anomalie sono molto basse, a volte appena udibili, e per questo che utilizziamo appositi programmi per analizzare lo spettro audio e cercare di individuare eventuali messaggi all’interno dell’anomalia audio.



Utilizzate un contatore Geiger? Quali tipo di radiazioni vengono emesse dalle presunte entità? 
al momento non utilizziamo un contatore Geiger e speriamo di non trovare entità radioattive (scherzo).

Perché si utilizza un semplice registratore digitale per rilevare le voci delle presenze? 
non esistono solo i registratori digitali per registrare le voci , esistono registratori molto efficaci e convertitori di ultrasuoni, anche se la psicofonia vede le sue origini con i vecchi registratori a cassette.


Amplificando la registrazione non si rischia di captare suoni emessi da fonti non anomale ma naturali? 
Innanzi tutto bisogna isolare l’audio, il pericolo di contaminazioni è molto alto, per questo si analizzano frequenze spesso non udibili ad orecchio umano, inoltre subentra il buon senso è logico che se una persona “vuole” trovare una anomalia finirà per trovare qualsiasi cosa è per questo che serve onestà d’intenti.


Che differenza esiste tra un fantasma, uno spirito, un entità?
come dicevo prima la regola essenziale durante una rilevazione di EVP è il massimo silenzio.

Come fai a discernere immagini e suoni autentici da un effetto, invece, pareidolico? 
questo è facile , anche se può sembrare controproducente a meno che l’immagine non sia lampante a tutti, escludiamo a priori effetti di immagini o sovrapposizioni dovuti alla prospettiva. 


Come vengono impiegati o bisognerebbe impiegare eventuali fondi e donazioni?
noi siamo un gruppo senza scopo di lucro, ci autofinanziamo interamente e le uniche sponsorizzazioni che cerchiamo sono per il comodato d’uso delle attrezzature più costose, per il resto non accettiamo alcun tipo di compenso.

Eventi senza un apparente logica scientifica sono accaduti a tutti? 
per quanto è emerso dalle discussioni, non tutti i componenti del gruppo hanno assistito in prima persona ad eventi inspiegabili, alcuni si sono aggregati solo per il desiderio di conoscenza, la voglia di far luce su quella porzione di ignoto che tanto affascina gli uomini.

Come spieghi i fatti alle persone che necessitano di  una tua delucidazione e quali prove porti a sostegno delle tue affermazioni? spesso quando c’è una spiegazione è semplice, la parte difficile avviene quando non ci sono deduzioni logiche, in quel momento si brancola nel buio, si fa capo alle esperienze vissute nelle indagini e allora si viene spinti a pensare che ci deve essere qualcosa e per questo forse che continuiamo a fare ricerca di questo tipo , per poter trovare  innanzi tutto una spiegazione a noi stessi ai nostri quesiti forse ancora senza risposta .

________________________________________________

Il team di FANTASMI SVELATI ringrazia PSI e Donato Raspatelli per aver accettato di rispondere alle nostre domande e per averne concesso la pubblicazione.

GHOST HUNTERS E FENOMENI PARANORMALI AL BANCO DI PROVA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...