FANTOMATICHE DISTORSIONI

Immagine

Nel seguente articolo vi proponiamo di valutare l’incongruenza del pensiero teorico di base circa le presunte apparizioni e registrazioni di voci untraterrene EVP (Electronic Voice Phenomena) in campo paranormale.

Anzitutto andrebbe stabilito il motivo per cui le presunte presenze ultraterrene sarebbero, anche solo in teoria, visibili attraverso l’uso di strumenti in grado di registrare gamme ultraviolette, infrarosso quando anche nelle leggende antiche si riporta l’esperienze di molte persone che hanno avuto un presunto contatto con l’entità anche nel campo del visivo percepibile.
Non solo, lo spiritismo riporta la casistica secondo cui spettri e fantasmi produrrebbero rumori udibili senza bisogno di utilizzare altre attrezzature (registratori a nastro o digitali che tutt’oggi vengono usati nel ghost hunt) in grado di captare anche ultrasuoni, infrasuoni o tutti quei rumori che sfuggono all’orecchio.
Non è forse vero che si fa spesso menzione, nelle leggende, a rumori nella notte, strascichi di catene e urla improvvise attribuibili a presunti spettri? Inoltre ci sono le testimonianze di molte persone comuni che  vigorosamente affermano di aver visto tangibilmente degli spettri senza avere attrezzature di sorta.

Nella moderna ricerca paranormale, esiste l’accertata condizione di ricorrere alla tecnologia per captare suoni oltre l’udibile per poi tradurli, filtrarli ed elaborarli per comporre parole e frasi a senso compiuto imputabili a entità e spiriti (magari anche usando una modalità audio reverse); anche se la moderna fisica del suono ha stabilito che fruscii e suoni distorti sono riconducibili, per esempio,  al “fading” o al “white noise”. È importante sottolineare che ciò che viene “sentito” durante le elaborazioni dell’audio in un EVP, non è solamente legato al carattere fisiologico del nostro orecchio, ma comporta anche implicazioni psicologiche di tipo soggettivo (pareidolia acustica).

Spesso, per non dire sempre, si utilizzano apparecchiature talmente sensibili in grado di captare i segnali radio di aerei e veicoli o il verseggiare di chissà quale animale anche a molti chilometri di distanza, un esempio: https://www.cicap.org/new/articolo.php?id=275125

Le registrazioni sono talmente amplificate che ogni piccolo disturbo di frequenza  potrebbe diventare tutto o niente. Il metodo risulta per tanto altamente discutibile.

Lasciamo alla coerenza di uno scettico il come sia possibile e facile assegnare all’ascolto di un nastro in modalità reverse  (di un disco in vinile o file MP3 che sia) presunti messaggi criptati.

Seguirà un articolo di approfondimento a carattere tecnico.

GHOST HUNTERS E FENOMENI PARANORMALI AL BANCO DI PROVA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...